Le Aree Naturali Protette del Lazio

Ad oggi il Lazio è interessato da 79 Aree Naturali Protette (AA.NN.PP.) per un totale di superficie protetta pari a circa 250.000 ettari, che corrispondono a più del 12% del territorio regionale.
Le 79 AA.NN.PP. sono così suddivise:
  • 3 parchi nazionali;
  • 16 parchi regionali;
  • 4 riserve naturali statali;
  • 30 riserve naturali regionali;
  • 24 monumenti naturali;
  • 2 aree marine protette.
Da sottolineare inoltre, la presenza di due enti parco che gestiscono più aree naturali protette come: l’ente regionale RomaNatura  e l’Ente Parco Riviera di Ulisse.
 
La poseidonia - Area Marina Protetta Isole di Ventotene e S. Stefano
Area Marina Protetta Isole di Ventotene e S. Stefano
Quest'area marina protetta è situata in provincia di Latina, nel mare circostante le isole di Ventotene e Santo Stefano. Tra le due isole il fondale è piuttosto basso, e ciò favorisce una flora e una fauna marina molto rigogliosa e variegata.
 
Area Marina Protetta Secche di Tor Paterno
L’area protetta si trova a circa 5 miglia al largo del litorale romano, ed è un rettangolo di 3 km × 4 km che non include alcun tratto emerso di costa. È l'unica area marina protetta italiana con tale caratteristica.
Monumento Naturale Area Verde Viscogliosi - Cascata Grande
Monumento Naturale Area Verde Viscogliosi
E’ una piccola area protetta situata a ridosso del centro storico di Isola Liri dove il fiume Liri si biforca formando ciascuno un salto, la Cascata Grande e la Cascata del Valcatoio.
Monumento Naturale Bosco del Sasseto
Il Bosco del Sasseto è situato nel nord del Lazio nel Comune di Acquapendente, in provincia di Viterbo. Il bosco si estende per una superficie di circa 60 ettari.
Monumento Naturale Bosco Faito
Il Bosco Faito rappresenta un'area di 336 ettari di tipo boschivo presente nel comune di Ceccano, in provincia di Frosinone. La flora presente all'interno del bosco è costituita principalmente da lecci, querce e corbezzoli.
 
Monumento Naturale Corviano
Si trova all’interno del comune di Soriano nel Cimino, la zona, che si estende per circa 70 ettari, è estremamente peculiare sia sotto il profilo naturalistico che per le emergenze archeologiche.
 
Monumento Naturale Fiume Fibreno e Rio Carpello
Monumento Naturale Fiume Fibreno e Rio Carpello
Il Monumento Naturale Fiume Fibreno e Rio Carpello è una piccola area naturalistica che si trova a Broccostella, in provincia di Frosinone, si sviluppa lungo parte del Rio Carpello fino alla confluenza con il Lago di Posta Fibreno ed include zone umide di fondovalle a ridosso del fiume ed aree agricole.
 
Monumento Naturale Forre di Corchiano - Rio Fratta
Monumento Naturale Forre di Corchiano
Si tratta di una zona situata lungo il Rio Fratta, un affluente del Tevere, è un monumento naturale ricco di bellezze naturalistiche e di importanti reperti archeologici.
Monumento Naturale Galeria Antica
Occupa una superficie di 40 ettari nella provincia di Roma nei pressi di Santa Maria di Celsano. Galeria Antica è una città fantasma usata talvolta come set cinematografico per la conservazione dell'impianto medievale.
Monumento Naturale Giardino di Ninfa
Monumento Naturale Giardino di Ninfa
Il Giardino di Ninfa è un monumento naturale situato nel territorio del comune di Cisterna di Latina, al confine con Norma e Sermoneta. Si tratta di un tipico giardino all'inglese, iniziato da Gelasio Caetani nel 1921.
 
Monumento Naturale Gole del Farfa
La piccola Area Protetta comprende un bellissimo tratto del fiume Farfa, affluente di sinistra del Tevere che attraversa la Sabina nel comune di Mompeo.
 
Monumento Naturale Grotte di Falvaterra e Rio Obaco
L'azione incessante delle acque sotterranee, in un tempo dell'ordine del milione di anni, ha determinato la formazione delle bellissime Grotte di Falvaterra, sviluppatesi all'interno delle rocce calcaree di Monte Lamia. 

L'area protetta si estende per più di 130 ettari e comprende tutto il bacino imbrifero del Rio Obaco fino alla sua confluenza con il Fiume Sacco, con diversificazione di ambienti e microambienti di grande interesse biologico.
Monumento Naturale La Selva di Genazzano
Il Monumento Naturale La Selva occupa una superficie di 25 ettari a Genazzano nella provincia di Roma.
 
Monumento Naturale Lago di Giulianello
Il Lago di Giulianello, chiamato anche Lago La Torre è il terzo lago vulcanico dei Colli Albani, dopo il Lago Albano e il lago di Nemi, ed è posto tra i comuni di Artena e di Cori. Sito di gradevole bellezza paesaggistica, ospita una notevole biodiversità di fauna e di flora.
 
Monumento Naturale Madonna della Neve
Il Monumento Naturale Madonna della Neve è stato istituito con decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 681 del 19 ottobre 2007 , che ne affida la gestione al Parco Naturale Regionale dei Castelli Romani. La sua superficie è di 3 ettari.
Monumento Naturale Mola della Corte - Settecannelle - Capodacqua
Il Monumento Naturale Mola della Corte-Settecannelle-Capodacqua è un'area naturale protetta di 4 ettari nei pressi del Comune di Fondi, il suo habitat è prezioso perché costituisce una zona umida integra, simile a quella che doveva essere la zona palustre intorno a Fondi, la piana fondana, prima della bonifica.
 
Monumento Naturale Montecassino
Il Monumento Naturale Montecassino, copre un'area di 694 ettari che ricade all'interno del comune di Cassino. Il monumento ha un rilevante interesse naturalistico, storico-archeologico.
 
Monumento Naturale Palude di Torre Flavia

La Palude di Torre Flavia è una zona umida di grande importanza per la tutela dell'avifauna migratoria e per la conservazione di un ultimo lembo dell'antica maremma laziale.

Monumento Naturale Parco della Cellulosa
Il Monumento Naturale Parco della Cellulosa è nelle vicinanze del quartiere Casalotti, nel comune di Roma. Il nome deriva dalla presenza di due zone un tempo sfruttate dall'ex Ente Nazionale Cellulosa e Carta, collegate tra loro dal fosso Galeria. Il parco occupa una superficie di 100 ettari.
 
Monumento Naturale Pian Sant'Angelo
Monumento Naturale Pian Sant'Angelo
Il Monumento Naturale Pian Sant'Angelo occupa una superficie di 254 ettari nella provincia di Viterbo, nei comuni di Corchiano e Gallese. Si possono ammirare alberi secolari in un'area ricca di storia, un tempo terra dei Falisci.
 

Pagine